TIPI DI FIBRE NERVOSE NEI MAMMIFERI - users.unimi.itusers.unimi.it/monticy/dida/05.00 Tessuti...

of 29 /29
TIPI DI FIBRE NERVOSE NEI MAMMIFERI Durata P. A.: durata del potenziale d’azione; periodo R. A.: periodo refrattario assoluto; nrd: nervi delle radici dorsali; ns: nervi simpatici Fibra Diametro [ [ μ μ m ] ] ] Velocità di conduzione [ [ [ m/s ] ] ] Durata P. A. [ [ [ ms ] ] ] Periodo R. A. [ [ [ ms ] ] ] Funzioni A( α α α ) 12 - 22 70 - 120 0.4 - 0.5 0.2 - 1.0 Motorie somatiche, propriocettive muscolari A( β β β ) 5 - 13 30 - 70 0.4 - 0.5 0.2 - 1.0 Tatto, cinestesia, pressione A( γ γ γ ) 3 - 8 15 - 40 0.4 - 0.7 0.2 - 1.0 Motorie (ai fusi neuromuscolari), tatto, pressione A( δ δ δ ) 1 - 5 12 - 30 0.4 - 1.0 0.2 - 1.0 Dolore, temperatura, pressione B 1 - 3 3 - 15 1.2 0.6 - 1.2 Fibre autonome pregangliari C nrd 0.2 - 1.2 0.2 - 2 2 2 Dolore, riflessi C ns 0.3 - 1.3 0.7 - 2.3 2 2 Simpatiche postgangliari

Embed Size (px)

Transcript of TIPI DI FIBRE NERVOSE NEI MAMMIFERI - users.unimi.itusers.unimi.it/monticy/dida/05.00 Tessuti...

TIPI DI FIBRE NERVOSE NEI MAMMIFERIDurata P. A.: durata del potenziale dazione; periodo R. A.: periodo refrattario assoluto; nrd: nervi delle radici dorsali; ns: nervi simpatici

Fibra Diametro

[[[[m]]]]

Velocit di conduzione

[[[[m/s]]]]

Durata P. A. [[[[ms]]]]

Periodo R. A. [[[[ms]]]]

Funzioni

A() 12 - 22 70 - 120 0.4 - 0.5 0.2 - 1.0 Motorie somatiche, propriocettive muscolari

A() 5 - 13 30 - 70 0.4 - 0.5 0.2 - 1.0 Tatto, cinestesia, pressione

A() 3 - 8 15 - 40 0.4 - 0.7 0.2 - 1.0 Motorie (ai fusi neuromuscolari), tatto, pressione

A() 1 - 5 12 - 30 0.4 - 1.0 0.2 - 1.0 Dolore, temperatura, pressione

B 1 - 3 3 - 15 1.2 0.6 - 1.2 Fibre autonome pregangliari

C nrd 0.2 - 1.2 0.2 - 2 2 2 Dolore, riflessi C ns 0.3 - 1.3 0.7 - 2.3 2 2 Simpatiche

postgangliari

SEZIONE DI NERVO SCIATICO (parziale)

POTENZIALE DAZIONE COMPOSTO(risultante di tutti i potenziali d'azione che interessano le varie fibre del nervo)

nervo misto - elettrodi registranti esterni

ANESTETICI: blocco della conduzione (prima delle fibre amielinichequindi delle mieliniche di maggior diametro)

TIPI DI FIBRE NEI NERVI PERIFERICI E CRANIALI

Viscerali(V)

Somatiche(S)

Viscerali(V)

Somatiche(S)

vista, uditoSpeciali

(S)

sensazioni dai visceriGenerali

(G)

motrici per muscoli scheletriciGenerali

(G)

Efferenti(E)

olfatto, gustoSpeciali

(S)

occhio e orecchioSpeciali

(S)

motrici muscolariSpeciali

(S)

motrici per i visceriGenerali

(G)

sensoriali, da recettori cutanei e muscolariGenerali

(G)

Afferenti(A)

MUSCOLI

Cellula muscolare

eccitabile

potenziale dazione (evento elettrico)

contrazione (evento meccanico)

chimicamente

elettricamente

meccanicamente

TESSUTO MUSCOLARE

striature trasversali

normalmente non si contraggono in assenza di stimolo nervoso

singole fibre: anatomicamente e fisiologicamente distinte

generalmente sotto controllo volontario

striature trasversali

ha carattere sinciziale

si contrae ritmicamente anche se denervato

non ha striature trasversali

nei visceri cavi (in genere funzionalmente sinciziale)

presenta attivit spontanea semiritmica

scheletrico

cardiaco

liscio

MUSCOLATURA SCHELETRICA

fibre muscolari disposte in parallelo fra tendini fibra muscolare: singola cellula polinucleata fibra muscolare { fibrille { singoli filamenti ( ~150 ) singolo filamento: formato da proteine contrattili

fibra muscolare

miofibrillabanda A banda Ilinea Z

miosina

Accorciamento

sarcomero

actina

troponina tropomiosina

tendine

muscolo

PROTEINE CONTRATTILI E SARCOMERO

banda A banda Ibanda I

filamenti spessi: miosina filamenti sottili: actina

SEZIONI DEL SARCOMERO

SCOSSA SINGOLA E SUE FASI

FREQUENZA DI STIMOLAZIONE E TENSIONE MUSCOLARE

LA CONTRAZIONE TETANICA

VARI TIPI DI SINAPSI INTERNEURONICHE

a b c

Nelle sinapsi chimiche si ha discontinuit tra lelemento presinaptico e quello postsinaptico; tra loro vi lo spazio intersinaptico.

a) sinapsi asso-dendritiche

b) sinapsi asso-somatiche c) sinapsi asso-assoniche

SINAPSI TRA DUE NEURONI

La membrana postsinaptica mostra un aumento della sua superficie su cui esistono dei recettori che legano in modo assai specifico il mediatore chimico liberato dall'elemento presinaptico.

Il mediatore chimico contenuto in vesccole presenti solo nelle terminazioni dell'elemento presinapticochiamato bottone sinaptico.

SINAPSI CHIMICA

TRASMISSIONE SINAPTICA: EPSP, IPSP

SINAPSI CHIMICA COLINERGICA

Lacetilcolina, rilasciata dalla terminazione nervosa, dopo essersi legata al recettore sulla membrana postsinaptica viene idrolizzata dallacetilcolinesterasi.La colina viene quindi captata e riutilizzata a livello presinaptico.

EFFETTO DEI NEUROTRASMETTITORI SUI RECETTORI IONOTROPI(o canali ligando-dipendenti)

secondo gradiente elettrochimico EPSP o IPSP

EFFETTO DEI NEUROMEDIATORI SUI RECETTORI METABOTROPI

attivazionemodulazione (4a)

ointerazione con proteine effettrici (4b)

IL POTENZIALE POSTSINAPTICO UN FENOMENO LOCALE

Osservazioni fatte trattando il muscolo con dosi opportune di curaro(elimina il potenziale dazione e lacontrazione muscolare).

In assenza di curaro il potenziale diplacca raggiunge rapidamente il livello critico di depolarizzazione innescando il potenziale dazione.

non si autopropaga,

non si autosostiene.

processi di cellule gliali

dendrite

dendrite delneurone postsinaptico

assone

terminali assonali dineuroni presinaptici

IL CONO DI EMERGENZA

SOMMAZIONE SPAZIALE

SOMMAZIONE TEMPORALE

SOMMAZIONE

MUSCOLO: CURVE INTENSIT - DURATA

Nelle sinapsi elettriche (tra le cellule del miocardio, tra le cellule della muscolatura liscia, per cui queste strutture si comportano come sincizi dal punto di vista funzionale) il punto di giunzione tra le due membrane plasmatiche molto stretto (struttura pentalaminare) e a questo livello la resistenza elettrica al passaggio delle correnti elettrotoniche molto bassa.

SINAPSI ELETTRICA

ECCITAMENTO DEI RECETTORI