Arte Latex

download Arte Latex

of 248

  • date post

    04-Aug-2015
  • Category

    Documents

  • view

    66
  • download

    12

Embed Size (px)

Transcript of Arte Latex

L

'

Prefazione di Enrico Gregorio

2

A Gruppo Utilizzatori Italiani di TEX e LTEX

http://www.guit.sssup.it/

Ottobre 2009

A A Lorenzo Pantieri: Larte di scrivere con L TEX, Unintroduzione a L TEX 2 , ottobre 2009.

:http://www.lorenzopantieri.net/

-

:

lorenzo.pantieri@iperbole.bologna.it

Nel frontespizio sono riprodotte una litograa e unincisione di Maurits C. Escher, dal titolo Mano con sfera riettente e Tassellazione del piano con uccelli (le immagini sono tratte da http://www.mcescher.com/).

La citazione un utile sostituto dellarguzia. Oscar Wilde

Dedicato a Monia e alla sua dolce bellezza.

SOMMARIOA L TEX un programma di composizione tipograca liberamente disponibile, particolarmente indicato per lelaborazione di documenti scientici, ai pi elevati livelli di qualit. Lo scopo di questo lavoro, riA volto sia ai principianti di L TEX sia a coloro che gi lo conoscono, forA nire agli utenti di L TEX di lingua italiana alcuni elementi per comporre un documento usando questo potentissimo strumento di scrittura. Tale obiettivo perseguito innanzitutto presentando le nozioni fondamentali del programma, con lintento di operare una sintesi di numerosi concetti sparsi in svariati manuali, condensandoli in un unico documento e presentandoli nella maniera pi chiara e organica possibile. Al contempo, viene fornita una vasta gamma di esempi e vengono analizzati alcuni problemi tipici incontrati durante la stesura di una pubblicazione scientica o professionale, specialmente in lingua italiana, indicando le soluzioni che ritengo migliori. La scelta delle soluzioni adottate deriva principalmente dalle numerose discussioni presenti sul forum del Gruppo Utilizzatori ItaliaA ni di TEX e L TEX (http://www.guit.sssup.it/), che resta sempre un eccellente riferimento per tutti i temi trattati in questo documento.

ABSTRACTA L TEX is a free typesetting system, particularly useful to elaborate scientical documents, at the highest standards of quality. The purpose A of this work, devoted both to the beginners of L TEX and to those who AT X users some tools to create a already know it, is to provide Italian L E document using this powerful writing tool. This aim is pursued by introducing the fundamental notions of the program, in order to make a synthesis of several concepts scattered in many different guides, condensing them all into one single document and presenting them in the most organic and clearest way. At the same time, this work shows many examples and analyzes the typical problems faced during the writing of a scientic or professional publication, especially in Italian, indicating the solutions I consider best. The choice of the solutions mainly stems from the several topics on the forum of the Italian TEX User Group (http://www.guit.sssup.it/), which is always an excellent reference for all the themes dealt with in this document.

v

Abbiamo visto che la programmazione unarte, perch richiede conoscenza, applicazione, abilit e ingegno, ma soprattutto per la bellezza degli oggetti che produce. Donald E. Knuth [1973]

RINGRAZIAMENTIDesidero ringraziare in primo luogo i membri dello Staff del Gruppo A Utilizzatori Italiani di TEX e L TEX (g It, http://www.guit.sssup.it/), u in particolare il Prof. Claudio Beccari, Fabiano Busdraghi, Gustavo Cevolani, Agostino De Marco, Massimiliano Dominici, Gloria Faccanoni, Daniele Ferone, il Prof. Enrico Gregorio, Maurizio Himmelmann, Jernimo Leal, Lapo F. Mori, Ottavio Rizzo, Luigi Scarso, Andrea Tonelli, Emiliano G. Vavassori ed Emanuele Vicentini, per limpagabile aiuto fornito nella redazione di questo lavoro, le spiegazioni dettagliate, la pazienza e la precisione nei suggerimenti, le soluzioni fornite, la competenza e la disponibilit: grazie mille, ragazzi! Grazie anche a Francesco Agosti, Daniele Avitabile, Vincenzo A. Balzano, Daniele Bergamini, Francesco Biccari, Marco Brunero, Carlo Ciccarelli, Mirko D. Comparetti, Rosaria DAddazio, Marco Di Bello, Roberto Giacomelli, Matteo Leccardi, Antonio Ledda, Emanuele Pagone, Emanuele Paolini, Alessandro Sacco, Giovanni Saponaro, Maurizio Vacca e a tutti quelli che hanno discusso con me sul forum del g It, prodighi di u preziose osservazioni e di validi consigli. Rivolgo un ringraziamento davvero particolare al Prof. Enrico Gregorio, per i suoi impagabili insegnamenti, per le squisite parole di apprezzamento che ha espresso nei confronti del mio lavoro e per avermi concesso lonore di scriverne la prefazione. La sua alta professionalit ed esperienza, unite alla gentilezza e disponibilit, sono state indispensabili per la riuscita di questo studio. Esprimo un ringraziamento altrettanto speciale al Prof. Claudio Beccari e ad Andrea Tonelli, per i consigli che mi hanno fornito durante la stesura e la revisione di questo documento: senza il loro eccellente contributo questo lavoro non avrebbe mai raggiunto la forma attuale. Ringrazio in modo particolare anche Gustavo Cevolani e Lapo F. Mori, per la disponibilit che hanno dimostrato dandomi la possibilit di rielaborare i loro articoli (indicati nella bibliograa di questo documento) sulle norme tipograche dellitaliano e sulla realizzazione delle A tabelle con L TEX, rispettivamente. Ringrazio inne Andr Miede, per aver realizzato lo splendido stile ClassicThesis (con cui composto questo lavoro), e Daniel Gottschlag, che mi ha dato lo spunto per realizzarne unoriginale rielaborazione. Cesena, 1 ottobre 2009 L. P.

vii

ARGOMENTIxxiii 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 a b 203 207 185 21 41 77 111 145 159 163 173 11 1 3

ix

INDICExxiii 1 2 2.1 1 3 Storia 3 2.1.1 TEX 3 2.1.2 Etimologia 4 A 2.1.3 L TEX 5 Filosoa 5 2.2.1 Composizione sincrona e asincrona 5 2.2.2 Concentrarsi sul contenuto e non sulla forma 2.2.3 Vantaggi e svantaggi 8 2.2.4 Luoghi comuni 9 11 Introduzione 11 Installazione per Windows 12 3.2.1 La distribuzione MiKTEX 12 3.2.2 La distribuzione TEX Live per Windows 13 3.2.3 Editor per Windows 13 Installazione per Mac 15 3.3.1 La distribuzione MacTEX 15 3.3.2 Editor per Mac 15 Installazione per Linux 16 3.4.1 La distribuzione TEX Live per Linux 16 3.4.2 Editor per Linux 16 Editor multipiattaforma 16 Altri programmi utili 17 A A L TEX e pdfL TEX 18 21 A Il nostro primo documento con L TEX 21 4.1.1 La scrittura del sorgente 22 4.1.2 La compilazione 22 4.1.3 La correzione degli errori 23 4.1.4 La visualizzazione 23 4.1.5 La stampa 23 A I le sorgenti di L TEX 24 4.2.1 Spazi 24 4.2.2 I caratteri speciali 24 4.2.3 I comandi 26 4.2.4 I commenti 27 La struttura del le sorgente 27 Le classi di documento 29 I pacchetti 31 4.5.1 Che cosa sono? 31

2.2

6

3 3.1 3.2

3.3

3.4

3.5 3.6 3.7 4 4.1

4.2

4.3 4.4 4.5

xi

xii

4.6 4.7

4.8 5 5.1

4.5.2 Come sapere se se ne ha bisogno? 31 4.5.3 Come scoprire qual il pacchetto giusto? 4.5.4 Come installarli? 32 4.5.5 Come caricarli? 34 4.5.6 Come imparare a usarli al meglio? 35 4.5.7 E i le .ins e .dtx? 35 4.5.8 I pacchetti di uso pi comune 35 Gli stili di pagina 37 I le con cui si ha a che fare 37 4.7.1 I le dellutente 38 4.7.2 File di classi, pacchetti e stili 38 4.7.3 I le ausiliari 38 4.7.4 I le di output 39 Documenti di grandi dimensioni 39

31

5.2 5.3 5.4

5.5

5.6

5.7

5.8 5.9 5.10 5.11 5.12

5.13 5.14 5.15 6 6.1

41 A L TEX multilingue e multipiattaforma 41 5.1.1 Il pacchetto babel 41 5.1.2 Il pacchetto inputenc 44 La codica dei font 44 La struttura del testo 45 La composizione dei capoversi 46 5.4.1 La divisione delle parole in n di riga 48 5.4.2 Lo spazio tra le parole 50 5.4.3 Il pacchetto microtype 50 5.4.4 Il rientro sulla prima riga 51 Le proporzioni di pagina 51 5.5.1 Il tormentone dei margini 51 5.5.2 Linterlinea e il riempimento della pagina 52 Il sezionamento del documento 53 5.6.1 Materiale iniziale, principale e nale 53 5.6.2 Lindice generale 54 5.6.3 I miniindici 56 Caratteri speciali e simboli 56 5.7.1 Virgolette, tratti e punti ellittici 56 5.7.2 Indirizzi Internet e riferimenti ipertestuali 58 5.7.3 Loghi, accenti e caratteri speciali 61 Il titolo del documento e il frontespizio 62 I riferimenti incrociati 63 Note a margine e a pi di pagina 64 Parole evidenziate 65 Ambienti 65 5.12.1 Elenchi puntati, numerati e descrizioni 66 5.12.2 Centrare e allineare i capoversi 68 5.12.3 Citazioni e versi 69 5.12.4 Codici e algoritmi 70 Gli acronimi e i glossari 71 Epigra, capolettera e scritture curiose 72 La revisione nale 73 77 Le tabelle 77

xiii

6.2

6.3 6.4

6.1.1 Regole generali 78 6.1.2 Lambiente tabular 78 6.1.3 Celle su pi colonne 79 6.1.4 Celle su pi righe 80 6.1.5 Il pacchetto array 80 6.1.6 Il pacchetto tabularx 82 6.1.7 Allineare i numeri alla virgola 83 6.1.8 Tabelle grandi 84 6.1.9 Note dentro a tabelle 89 6.1.10 Tabelle colorate 90 Le gure 93 6.2.1 Immagini vettoriali e bitmap 93 6.2.2 Conversione dei formati 95 6.2.3 Scontornare le immagini 96 6.2.4 Linclusione delle immagini 96 Figure e tabelle in testo e fuori testo 98 Gli oggetti mobili 100 6.4.1 Gli ambienti table e figure 101 6.4.2 Il controllo degli oggetti mobili 103 6.4.3 Personalizzare le didascalie: il pacchetto caption 105 6.4.4 Afancare gure o tabelle: il pacchetto subg 105 6.4.5 Testo che avvolge un oggetto: il pacchetto wrapg 107 6.4.6 Didascalie laterali: il pacchetto sidecap 108

7

7.1 7.2

111 Formule in corpo e fuori corpo 112 Nozioni basilari 113 7.2.1 Raggruppamenti 113 7.2.2 Apici, pedici e radici 114 7.2.3 Somme, prodotti e frazioni 114 7.2.4 Limiti, derivate e integrali 115 7.2.5 Insiemi numerici 115 7.2.6 Lettere greche 116 7.2.7 Accostare simboli ad altri simboli 116 7.2.8 Barre e accenti 117 7.2.9 Punti e frecce 118 7.2.10 Spazi in modo matematico 119 7.3 Gli operatori 120 7.4 Le parentesi 1